Castello di Carpiano

Castello

Castello di Carpiano

Descrizione

La storia del Castello di Carpiano inizia nel 1549 quando i suoi abitanti, i Padri Certosini, ricostruirono la struttura, che nella forma originaria risaliva al XIV secolo. La struttura originaria era appartenuta, tra gli altri, alla famiglia Pusterla di Milano e ai Visconti, che la donarono ai Padri Certosini della Certosa di Pavia insieme ai fondi agricoli di Carpiano. 

Con la ristrutturazione di metà ‘500 promossa dai Certosini, il castello fortificato di Carpiano divenne una grangia-castello, dalla forma rettangolare, con quattro torri angolari (oggi ne sono visibili tre). 

Con l’annessione del Ducato di Milano all’Impero Austro-Ungarico e il successivo scioglimento degli ordini religiosi, nel 1782 il castello e i suoi territori vennero trasferiti al barone Giovanni Alessandro Brambilla, generale e chirurgo alla corte imperiale; nel 1859 vennero poi venduti al conte Giacomo Mellerio. Alla sua morte i suoi beni, compreso il castello e i suoi territori, vennero trasferiti all'Onorevole congregazione del legato Pio Mellerio, divenuta poi Onorevole congregazione di Carità, in seguito E.C.A., II.PP.A.B e oggi ASP Golgi-Redaelli, ente proprietario della struttura.

 

L'entrata al castello, una volta completamente affrescata con la figura della Vergine, della Certosa di Pavia, di rose del Carmelo e di gigli della convalle, è una pseudotorre più bassa rispetto alle altre torri. L’ingresso era un tempo dotato di ponte levatoio sul fossato che circondava il castello.

Nello spazio all’ingresso, si trovavano da un lato la porta che conduceva alla foresteria, dall'altro le scale che conducevano alle sale del piano superiore. Accedendo alla corte maggiore, in posizione opposta rispetto al corpo di fabbrica principale, si trovavano le stalle. Sul lato sinistro della corte, si trovavano le sale del refettorio, il chiostro, il passaggio a volta affrescata e l'oratorio dedicato a San Brunone (protettore e fondatore dell'Ordine Certosino) consacrato nel 1645. Tutti gli ambienti erano un tempo riccamente affrescati. 

Tutte le decorazioni in marmo e gli affreschi presentano la scritta GRA CAR (visibile anche nella Chiesa di San Martino), riferimento alla “GRAtiarum CARthusia” cioè Certosa di Pavia, da cui peraltro alcune decorazioni in marmo provengono 

Ancora oggi sono visibili e ben conservate alcune sale al piano terreno, come la ghiacciaia a cupola, sale con volte a crociera. Le sale del piano superiore sono dipinte con colori bianco e rosa e dotate di grandi camini, visibili anche all'esterno grazie ai comignoli di gusto quattrocentesco sul prospetto sud. 

Sul fianco della torre di sud-ovest, si trova una loggetta sostenuta da piccole colonne tortili provenienti dalla Certosa di Pavia.

 

Ente proprietario della struttura: https://www.golgiredaelli.it/ 

Modalità di accesso

Si accede dall'ingresso principale.

Come arrivare

20074 Carpiano MI

Mappa.

Costi

€ 10 biglietto d'ingresso intero

€ 7 biglietto d'ingresso ridotto*

**(ragazzi 7 - 16 anni  /  possessori card Castelli del Ducato / residenti nel Comune di Compiano / gruppi prenotati - minimo 15 ingressi negli orari di apertura e di turni di visite guidate), accompagnatori di persone con grave disabilità motoria/cognitiva

€ 2 biglietto ingresso solo mostra temporanea

Gratuito (bambini (0 – 6 anni), persone con grave disabilità motoria/cognitiva   (previa prenotazione obbligatoria), docenti che accompagnano scolaresche in visita (2 ogni 20 alunni), accompagnatori centri estivi (2 ogni 20 ragazzi), giornalisti/blogger previo accordo con la segreteria del Castello)

Orario per il pubblico

Le visite alle collezioni museali sono esclusivamente guidate, comprese nel ticket di ingresso con partenza alle ore: 11.00, 12.00; 15.00, 16.00, 17.00, 18.00*. *inizio ultima visita guidata (si raccomanda di arrivare 10 minuti prima dell'inizio del turno).

Galleria

Ultimo aggiornamento: 10-05-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri